Agosto 9, 1925 (1)

Ricambiare Iddio in amore per tutte le cose da lui create, è un diritto divino, ed entra nel primo dovere della creatura.

Agosto 15, 1925 (2)

La festa della celeste Mamma assunta in cielo, dovrebbe chiamarsi ‘Festa della Divina Volontà’.

Settembre 16, 1925 (3)

Essere sempre eguale è solo di Dio e dei veri figli di Dio.

Ottobre 1, 1925 (4)

L’anima che vive nella mia Volontà sta nel centro della mia umanità, e tutto ciò che io feci e patii sta intorno a lei ed in suo aiuto.

Ottobre 4, 1925 (5)

Il ripetere lo stesso atto è segno che si ama, che si apprezza e che [si] vuol possedere lo stesso atto che [si] fa.

Ottobre 10, 1925 (6)

In tutto ciò che facevo verso mio Figlio, intendevo di farlo verso quelle anime che dovevano vivere nella Volontà Divina.

Ottobre 17, 1925 (7)

Avendo stabilito l’eterna Sapienza che anche l’ani­ma avesse il cibo, le fu assegnato come cibo prelibato la Volontà suprema.

Ottobre 21, 1925 (8)

Un atto fatto nella mia Volontà non può stare senza ricambio.

Ottobre 24, 1925 (9)

Solo la mia suprema Volontà è un atto che non ha ascensioni di atti.

Novembre 1, 1925 (10)

La pena della privazione d’un Dio è la più grande.

Novembre 5, 1925 (11)

I gemiti dello Spirito Santo nei Sacramenti.

Novembre 9, 1925 (12)

Volontà è uscita da Noi per divinizzare le creature, e volontà vogliamo.

Novembre 12, 1925 (13)

È solito della Sapienza eterna stabilire gli atti della creatura, per dare compimento al bene che vuol fare ad essa.

Novembre 19, 1925 (14)

La Divina Volontà non vuol vivere isolata in mezzo alla creazione, ma vuole la compagnia della creatura.

Novembre 22, 1925 (15)

L’anima, vivendo nella Divina Volontà, riceve l’unio­ne della Volontà suprema con la sua.

Dicembre 6, 1925 (16)

L’uomo è il nuovo cielo, anzi più che cielo, sulla terra.

Dicembre 20, 1925 (17)

Solo chi vive nella mia Volontà si eleva allo stato di Adamo innocente, prima di cadere nel peccato.

Dicembre 25, 1925 (18)

Il vivere nel Voler supremo è la cosa più grande, è il vivere vita divina.

Gennaio 10, 1926 (19)

La mia Volontà sta sempre in via nelle cose create per andare verso le creature.

Gennaio 24, 1926 (20)

La mia Volontà è la madre di tutte le volontà delle creature.

Gennaio 28, 1926 (21)

La mia redenzione, ai tanti frutti che ha dato, darà anche il frutto del Fiat Voluntas Tua come in cielo così in terra.

Gennaio 30, 1926 (22)

Gesù piangeva per i sacerdoti, per dar loro la grazia che comprendessero le sue opere.

Febbraio 6, 1926 (23)

La creatura ebbe il suo atto primo nella mia Volontà, e perciò la mia Volontà vuol fare il suo corso di vita in essa.

Febbraio 11, 1926 (24)

La gran differenza che passa tra chi fa regnare la mia Volontà in sé e chi vive del proprio io.

Febbraio 18, 1926 (25)

Ogni manifestazione che ti faccio sulla mia Volontà è una beatitudine che si sprigiona dal seno della Divinità.

Febbraio 21, 1926 (26)

Chi è nata nella mia Volontà può essere anche madre, col dare alla luce molti figli al mio supremo Volere.