20 novembre 2019
Un giorno, sentendomi male, [Gesù] mi disse: “Figlia mia, che sarà se cessa la musica nel mondo?” Ed io: “Signore, che musica può cessare?” Ed egli ha soggiunto: “Diletta mia, la tua musica, perché quando l’anima soffre per me, prega, ripara, loda, ringrazia continuamente, è una continua musica al mio udito e mi distoglie dal sentire l’iniquità della terra, e quindi dal castigare come si conviene; non solo, ma è musica nelle menti umane e le distorna di fare cose peggiori....
19 novembre 2019
Quando il Divin Maestro mi liberò dal mondo esterno, allora vi pose mano a purificare l’interno, e con voce interna mi diceva: “Adesso siamo rimasti soli, non c’è più nessuno che ci disturbi; non sei adesso più contenta che prima che dovevi contentare tanti e tanti? Vedi, uno solo è più facile contentarlo; devi fare conto che Io e tu siamo soli nel mondo. Promettimi d’essere fedele ed Io verserò in te tali e tante grazie da restarne tu stessa meravigliata”. Quindi proseguì a...
18 novembre 2019
“Figlia mia, sollevati, non ti abbattere troppo. La mia Volontà rende l’anima felice anche in mezzo alle più grandi procelle [tempeste]; anzi [l’anima] si solleva tanto in alto che le procelle non la possono toccare, sebbene le vede e le sente. Il luogo dove ella dimora non è soggetto a tempeste, ma è sempre sereno e sole ridente, perché la sua origine è in cielo, la sua nobiltà è divina, la sua santità è in Dio, dove è custodita da Dio stesso; perché, geloso della santità di...
17 novembre 2019
“Vita mia, non me l’aspettavo da te. Tu che pareva che né potevi né sa­pevi stare senza di me, ed ora, ore ed ore, e qualche volta pare che vuoi far passare anche il giorno. Gesù, non me lo fare, come ti sei cambiato!”, Gesù mi sor­prende e mi dice: “Chetati, chetati. Non mi sono cambiato, io sono im­mutabile. Anzi ti dico che quando mi comunico all'ani­ma, l’ho tenuta stretta con me, le ho parlato, ho sfogato il mio amore, questo non viene mai spezzato tra l’anima e me; al...
16 novembre 2019
Sentendomi un po’ sofferente, stavo dicendo al mio sempre amabile Gesù: “Quando mi porterai con te? Deh, presto, Gesù, fate che la morte mi tagli questa vita e mi ricongiunga con te in Cielo!” E Gesù: “Figlia mia, per l’anima che fa la mia Volontà e vive del mio Volere, non c’è né vi sono morti. La morte sta per chi non fa la mia Volontà, perché deve morire a tante cose: a se stesso, alle passioni, alla terra. Ma chi fa la mia Volontà non ha a che cosa morire, già è...
15 novembre 2019
“Figlia mia, se un oggetto è duro, se si vuol fare un buco o dargli un’altra forma, si guasta o resta frantumato, invece se è morbido o fosse di molle pasta, si può fare il buco, si può dare la forma che si vuole senza timore che si potesse frangere, e se si volesse dare la forma primaria, senza nessuna difficoltà l’oggetto si presterebbe a tutto. Tale è l’anima nella mia Volontà: è un oggetto morbido ed io ne faccio quello che voglio, ora la ferisco, or l’abbellisco, ora...
14 novembre 2019
“Figlia mia, la mia Volontà è il centro, le altre virtù sono la circonferenza. Immaginati una ruota, dove nel mezzo sono accentrati tutti i raggi; se uno di quei raggi volesse distaccarsi dal centro, che ne sarebbe? Primo che farebbe una cattiva figura, secondo che resterebbe inoperoso, perché non stando più attaccato al centro non riceverebbe più vita e resterebbe morto, e la ruota col camminare si disfarrebbe di lui. Così è per l’anima la mia Volontà: la mia Volontà è il...
13 novembre 2019
“Chi vive nella mia Volontà perde il suo temperamento ed acquista il mio. Sicché nell'anima che fa la mia Volontà si scorge un temperamento piacevole, attraente, penetrante, dignitoso ed insieme semplice, d'una semplicità infantile; insomma mi rassomiglia in tutto. Anzi di più ancora, tiene in suo potere il temperamento come lo vuole e come ci vuole; siccome vive nella mia Volontà prende parte alla mia potenza, quindi tiene le cose e se stesso a sua disposizione, quindi a seconda le...
12 novembre 2019
Il mio povero cuore me lo sentivo oppresso ed in pene amare, che non è necessario qui dirle, ed il mio sempre amabile Gesù venendo mi ha detto: “Figlia mia, io mando le pene alle creature affinché nelle pene trovino me. Io sono come involto nelle pene, e se l’anima soffre con pazienza, con amore, rompe l’involto che mi copre e trova me; altrimenti io resterò nascosto nella pena e lei non avrà il bene di trovarmi ed io non avrò il bene di rivelarmi”. Poi ha soggiunto: “Io sento...
11 novembre 2019
Si faceva ve­dere il mio sempre amabile Gesù, ma tanto afflitto che faceva pietà; ed io gli dicevo: “Che hai, Gesù?” E lui: “Figlia mia, ci saranno e succederanno cose impreviste e all’improvviso, e scoppieranno rivoluzioni da per tut­to. Oh, come peggioreranno le cose!” E tutto afflitto è rimasto in silenzio. Ed io: “Vita della mia vita, dimmi un’altra parola”. E Gesù come se mi alitasse ha soggiunto: “Ti amo”. Ma in quel ti amo pareva che tutti e tutte le cose...

Mostra altro