20 gennaio 2019
“Figlia mia, guarda il cielo. Se tu lo guardi di notte lo vedi tempestato di stelle, ma se lo guardi il giorno, le stelle non esistono più per l’occhio umano, ma in cielo sono al loro posto come stanno di notte. Chi ha avuto questa forza di fare scomparire le stelle mentre stanno nel pieno giorno? Il sole. Con la forza della sua luce le ha eclissate ma non le ha distrutte, tanto vero che, come il sole incomincerà il suo tramonto, così ritorneranno a farsi vedere nella volta dei cieli....
19 gennaio 2019
“Figlia mia, Io non toglierò mai il libero arbitrio alla volontà umana, dono grande, datole nel crearla e che le fanno distinguere se [le creature] vogliono essere veri figli miei, oppure no. Ma piuttosto, con la luce delle mie conoscenze della mia Volontà, formerò più che raggi solari, e chiunque vorrà conoscerli e guardarli resterà investito da questa luce, in modo che la volontà umana, eclissata, prenderà diletto ed amore a guardare la luce e si sentirà fortunata che l’azione...
18 gennaio 2019
“Figlia mia, ogni atto, preghiera o pena che l’anima fa entrare nella luce della mia Volontà, diventa luce e forma un raggio di più nel sole dell’eterno Volere. Questi raggi formano la gloria più bella che la creatura può dare al Fiat Divino, in modo che, vedendosi così glorificato dalla sua stessa luce, investe questi raggi di nuove conoscenze che, convertendosi in voci, manifestano all'anima altre sorprese della mia Volontà. Ma sai tu che cosa formano queste mie conoscenze alla...
17 gennaio 2019
Continuando il mio solito stato il mio sempre amabile Gesù è venuto, e mettendomi la sua santa mano sotto del mento mi ha detto: “Figlia mia, tu sei il riverbero della mia gloria”. Poi ha soggiunto: “Nel mondo mi sono necessari degli specchi dove andare a rimirarmi. Una fonte, allora può servire come specchio per rimirarsi, alle persone, quando la fonte è pura, ma non giova che la fonte sia pura se le acque sono torbide; è inutile a quella fonte vantarsi della preziosità di quelle...
16 gennaio 2019
“O mio Gesù, già mi sento venir meno d’amore, sostienimi fra le tue braccia, chiudimi nel tuo cuore, e da dentro il tuo cuore fammi sfogare anche a me d’amore, altrimenti io muoio d’amore. D’amore deliro, d’amore io brucio, d’amore fo festa, d’amore languisco, d’amore mi consumo; l’amore mi uccide, ed a vita novella mi fa risorgere più bella. La mia vita mi sfugge e sento solo la vita di Gesù, mio amore, ed in Gesù mio amore mi sento immensa ed amo tutti; mi piaga...
15 gennaio 2019
“Oh, mio Gesù, amore tu sei, sei tutto amore, ed amore io voglio, amore desìo, amore sospiro, amore io supplico e ti scongiuro amore! Amore m’invita, l'amor mi è vita, amor mi rapisce il core fin nel sen del mio Signore. D’amore m’inebria, d’amor mi bea. Io sola, sola, e sola per te! Tu solo e solo per me! Or che siamo soli parliamo d’amore? Deh, fammi intendere quanto mi ami, perché solo nel tuo cuore, amore si comprende”. “D’amore vuoi tu che ti parli? Senti figlia a me...
14 gennaio 2019
Dicevo nel mio interno: “Che amara separazione! Mi sento senza vita eppure vivo, ma la vita è più dura della morte. Ma però sia per amor tuo la tua stessa privazione, per amor tuo l'amarezza che sento, per amor tuo il mio cuore straziato, per amor tuo la vita che non sento eppure vivo; ma per fare che ti sia più accetto, unisco questo mio patire nell'intensità del tuo amore, e ti offro col mio il tuo medesimo amore”. Ma mentre ciò dicevo, Gesù si è mosso nel mio interno e mi ha...
13 gennaio 2019
“Figlia mia, il sole è come simbolo della grazia, il quale dove trova vuoto, fosse pure una caverna, un sotterraneo, una fessura, un buco, purché vi sia vuoto e qualunque piccola apertura per entrare, vi entra e tutto riempie di luce; né con questo diminuisce gli altri spazi di luce, e se la sua luce non illumina di più, non è ché gli manca la luce, ma piuttosto gli manca il terreno di sotto per poter diffondere di più la sua luce. Così è la mia grazia: più che sole maestoso...
12 gennaio 2019
“Figlia mia supponi un padre ed un figlio che si amano: il figlio fa dei piccoli sacrifizi; il padre, per il vincolo di unione di paternità e di figliolanza e d’amore, che è il vincolo più forte, guarda questi piccoli sacrifizi come cosa grande, ne mena trionfo, si sente onorato, e dà al figlio tutte le sue ricchezze e dedica per il figlio tutte le premure e le sue cure. Aggiungi un servo: lavora tutta la giornata, si espone al caldo, al freddo, sta a tutti i suoi ordini, se occorre...
11 gennaio 2019
“Figlia mia, io non guardo tanto ai sacrifizi, ma all'amore con cui si fanno ed all'unione che hanno con me; sicché quanto più l’anima è unita con me, tanto calcolo di più faccio dei suoi sacrifizi. Sicché se l’anima è più strettamente unita con me, [per] i più piccoli sacrifizi io faccio dei calcoli grandi, perché nell'unione c’è il calcolo dell’amore ed il calcolo dell’amore è calcolo eterno che non ha termine né confine; mentre l’anima che si può sacrificare assai...

Mostra altro