SEMI di Divina Volontà

POST pubblicati sulla pagina facebook

"Semi di Divina Volontà"

post 271-300


Oh, come c’è da piangere sulla grande sventura dell'umana volontà!


È tanto grave il fare la propria volontà, che sarebbe male minore se la creatura impedisse il corso al sole.



Il nostro Ente Supremo col creare la creatura voleva stare in corrispondenza continua con essa.


La creatura senza della mia Volontà, sua vita primaria, ha perduto la capacità dove mettere i miei doni.



Adamo col sottrarsi dalla nostra Volontà arrestò il corso dei doni che essa doveva dare alla sua creatura.


Noi ci sentiamo immobilizzati dall'uomo, vogliamo dare e non possiamo, vogliamo dire e non ci intende.



Oh, uomo, deh, non voler essere più schiavo né vivere nel labirinto dei tuoi mali e miserie!


La creatura allora sente la vera vita in sé, quando entra nella mia Divina Volontà.



È la sola mia Volontà che fa riconoscere il suo vero nulla alla creatura.


Io nel venire sulla terra venni a manifestare la mia dottrina celeste, a far conoscere la mia umanità.



Io nel venire sulla terra, dei grandi beni che la creatura riceve col vivere nel mio Volere, quasi nulla dissi.


Lascia fare a me; io vigilerò tutto e disporrò tutto, e tu seguimi e statti in pace.



Sentivo tale impressione, come se vedessi scorrere nelle parole scritte una vita divina viva e palpitante.


La mia Volontà è palpitante in mezzo alle creature, ma vive soffocata dall'umano volere.



Il valore di questi scritti è immenso, contengono il valore d’una Volontà Divina.


Oh, come riuscirà difficile a chi leggerà questi scritti di non sentire la vita palpitante del mio Volere!



Questi scritti sul mio Supremo Fiat saranno balsamo alle umane ferite, saranno oppio a tutto ciò ch'è terra.


Questi scritti sul mio Supremo Fiat faranno risorgere la pace, la felicità perduta, la vita della mia Volontà.



Sii attenta, non omettere nulla, ed il tuo volo nella mia Volontà sia continuo.


Volevo travolgere tutto, cielo e terra, affinché tutti avessero una sola volontà, una sol voce, un sol palpito.



Trinità adorabile, fate presto, non più indugiate, vi preghiamo che il tuo Volere scenda sulla terra.


Se tu sapessi chi è che ti spinge, ti fa tanto insistere, a chiedere la vita, il Regno della mia Volontà sulla terra.



Le tue insistenze nel chiedere la mia Volontà sono immagine dei suoi sospiri che vuol darsi alle creature.


Non appena la mia Divina Volontà si vedrà desiderata, svelandosi abbraccerà i figli suoi figli.



Quando l’anima mette da parte la sua volontà, la mia Volontà fa da padrona nell'anima.


Come mi trovo male nell'anima che fa regnare la sua volontà!



La mia Volontà viene dal cielo per abitare nelle anime. Beata è l’anima che l’accoglie e la fa regnare.


Chi non è vuoto del tutto del suo volere non può avere una certa conoscenza del mio.



Le cose che si veggono quaggiù non sono comprese dall'uomo.


Le verità che si riferiscono alla mia Volontà contengono più luce e calore dello stesso sole!