Post con il tag: "(privazione)"



21 agosto 2020
Ripetevo i miei lamenti con Gesù dicendogli: “Come mi hai lasciato? Mi promettesti che tutti i giorni, almeno una volta, saresti venuto, e oggi è passato il mattino, il giorno è sul declinare e non vieni ancora? Gesù, che strazio è la tua privazione, che morte continua! Eppure sono del tutto abbandonata nella tua Volontà, anzi te la offro questa tua privazione, come tu m’insegni, per dare la salvezza a tante altre anime per quanti istanti sono priva di te. Le pene che soffro mentre...
14 giugno 2020
“Figlia mia, quando sei priva di me, serviti della mia stessa privazione per rendere duplici, triplici, centuplici gli atti d’amore verso di me, in modo da formarti un ambiente dentro e fuori tutto d’amore, in modo che in questo ambiente mi troverai più bello e come rinato a nuova vita, perché dove c’è amore, là io ci sono; e perciò per l’anima che veramente mi ama non ci può essere separazione, anzi formiamo la stessa cosa, perché l'amore pare che mi crea, mi dà vita, mi...
15 gennaio 2020
Ripetevo i miei lamenti con Gesù dicendogli: “Come mi hai lasciato? Mi promettesti che tutti i giorni, almeno una volta, saresti venuto, e oggi è passato il mattino, il giorno è sul declinare e non vieni ancora? Gesù, che strazio è la tua privazione, che morte continua! Eppure sono del tutto abbandonata nella tua Volontà, anzi te la offro questa tua privazione, come tu m’insegni, per dare la salvezza a tante altre anime per quanti istanti sono priva di te. Le pene che soffro mentre...
08 novembre 2019
“Figlia mia, quando sei priva di me, serviti della mia stessa privazione per rendere duplici, triplici, centuplici gli atti d’amore verso di me, in modo da formarti un ambiente dentro e fuori tutto d’amore, in modo che in questo ambiente mi troverai più bello e come rinato a nuova vita, perché dove c’è amore, là io ci sono; e perciò per l’anima che veramente mi ama non ci può essere separazione, anzi formiamo la stessa cosa, perché l'amore pare che mi crea, mi dà vita, mi...
10 giugno 2019
Ripetevo i miei lamenti con Gesù dicendogli: “Come mi hai lasciato? Mi promettesti che tutti i giorni, almeno una volta, saresti venuto, e oggi è passato il mattino, il giorno è sul declinare e non vieni ancora? Gesù, che strazio è la tua privazione, che morte continua! Eppure sono del tutto abbandonata nella tua Volontà, anzi te la offro questa tua privazione, come tu m’insegni, per dare la salvezza a tante altre anime per quanti istanti sono priva di te. Le pene che soffro mentre...
02 aprile 2019
“Figlia mia, quando sei priva di me, serviti della mia stessa privazione per rendere duplici, triplici, centuplici gli atti d’amore verso di me, in modo da formarti un ambiente dentro e fuori tutto d’amore, in modo che in questo ambiente mi troverai più bello e come rinato a nuova vita, perché dove c’è amore, là io ci sono; e perciò per l’anima che veramente mi ama non ci può essere separazione, anzi formiamo la stessa cosa, perché l'amore pare che mi crea, mi dà vita, mi...
02 novembre 2018
Ripetevo i miei lamenti con Gesù dicendogli: “Come mi hai lasciato? Mi promettesti che tutti i giorni, almeno una volta, saresti venuto, e oggi è passato il mattino, il giorno è sul declinare e non vieni ancora? Gesù, che strazio è la tua privazione, che morte continua! Eppure sono del tutto abbandonata nella tua Volontà, anzi te la offro questa tua privazione, come tu m’insegni, per dare la salvezza a tante altre anime per quanti istanti sono priva di te. Le pene che soffro mentre...
26 agosto 2018
“Figlia mia, quando sei priva di me, serviti della mia stessa privazione per rendere duplici, triplici, centuplici gli atti d’amore verso di me, in modo da formarti un ambiente dentro e fuori tutto d’amore, in modo che in questo ambiente mi troverai più bello e come rinato a nuova vita, perché dove c’è amore, là io ci sono; e perciò per l’anima che veramente mi ama non ci può essere separazione, anzi formiamo la stessa cosa, perché l'amore pare che mi crea, mi dà vita, mi...
28 marzo 2018
Ripetevo i miei lamenti con Gesù dicendogli: “Come mi hai lasciato? Mi promettesti che tutti i giorni, almeno una volta, saresti venuto, e oggi è passato il mattino, il giorno è sul declinare e non vieni ancora? Gesù, che strazio è la tua privazione, che morte continua! Eppure sono del tutto abbandonata nella tua Volontà, anzi te la offro questa tua privazione, come tu m’insegni, per dare la salvezza a tante altre anime per quanti istanti sono priva di te. Le pene che soffro mentre...
19 gennaio 2018
“Figlia mia, quando sei priva di me, serviti della mia stessa privazione per rendere duplici, triplici, centuplici gli atti d’amore verso di me, in modo da formarti un ambiente dentro e fuori tutto d’amore, in modo che in questo ambiente mi troverai più bello e come rinato a nuova vita, perché dove c’è amore, là io ci sono; e perciò per l’anima che veramente mi ama non ci può essere separazione, anzi formiamo la stessa cosa, perché l'amore pare che mi crea, mi dà vita, mi...

Mostra altro